Feugiat nulla facilisis at vero eros et curt accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril.
+ (123) 1800-453-1546

Related Posts

Email info@sonovisualmed.it

ecofav

          Diapositiva 2 La trombosi della FAV può causare perdita di sessioni dialitiche e portare al ricovero e al cateterismo venoso temporaneo. Nella FAV nativa ricorre 0.1-0.5 volte per anno, nella FAV protesica ricorre più frequentemente 0.5–2.0 volte per anno. La trombosi

Diapositiva 1 Da un punto di vista emodinamico, il confezionamento di un accesso vascolare innesca una serie di meccanismi adattivi che coinvolgono direttamente i vasi della FAV ma coinvolgono anche il circolo sistemico. L’iperplasia neointimale che si sviluppa nei punti

  Diapositiva 1   La sorveglianza strumentale è indispensabile per completare l’esame fisico e il monitoraggio della FAV in sala dialisi.         Diapositiva 2   In mancanza di un protocollo di sorveglianza attiva, sono i segni di malfunzionamento (come il flusso insufficiente, la riduzione del thrill, la

Diapositiva 1 Due sono i criteri essenziali per definire una fistola matura e pronta per l’incannulazione: la portata di flusso ed il diametro del vaso efferente. Entrambe queste misurazioni possono essere ottenute con l’ecografia convenzionale ed il colorDoppler.  In particolare, il

Diapositiva 1 L’iperplasia neointimale si sviluppa nei punti critici dell’anastomosi artero-venosa, può causare stenosi e favorire la trombosi con fallimento dell’accesso vascolare. Questa relazione tratterà delle cause alla base dell’iperplasia neointimale.         Diapositiva 2 La definizione early failure definisce il fallimento precoce entro i

Diapositiva 1 Il cateterismo venoso centrale è una procedura invasiva gravata di per sé da complicanze più o meno gravi. La trombosi, l’infezione e il malfunzionamento del catetere sono complicanze che possono interessare tutte le sedi comunemente usate per il CVC,

          Diapositiva 2 L’ecografia ha migliorato sensibilmente la sicurezza procedurale del cateterismo venoso centrale (CVC) rendendolo più efficace e sicuro. La possibilità di «vedere» i vasi della base collo e degli arti superiori/inferiori ha accresciuto esponenzialmente la fiducia e la sicurezza degli

      Diapositiva 3 Da un punto di vista clinico, la "sfida" più rilevante che i nefrologi devono affrontare quotidianamente nei pazienti incidenti in dialisi è la disponibilità di un accesso vascolare idoneo e ben funzionante. Perché è indispensabile il mapping vascolare